AI e medicina: tutto da rifare?

No Comments 54 Views0


La medicina sta subendo importanti trasformazioni ad opera delle intelligenze artificiali. Ma questi sistemi sono validi? Hanno dei bias, pregiudizi? Queste sono in grado di aiutare o sostituire il medico o sono dei nuovi simulacri senza valore scientifico? Le domande – e le preoccupazioni anche legittime – sono tante. Qui un longread per cercare di impostare il problema e offrire delle domande per guidare la ricerca delle risposte.

Articolo di Paolo Benanti su paolobenanti.com

Per cercare di giustificare un titolo così provocatorio abbiamo avuto bisogno di uno spazio più lungo del solito. Il lettore che avrà la pazienza di arrivare fino in fondo al post troverà la risposta a una domanda così radicale. Intanto qui diamo un rapido schema del contributo.

In un primo momento racconteremo delle storie. Sono le storie di un’azienda, la iMerit, e di alcuni suoi dipendenti, che stanno “scrivendo” i progressi della medicina basata sull’AI. Tutto questo è nella sezione AI e medicina.

Presentata questa realtà, faremo un salto in dietro nel tempo, alla Seconda Guerra Mondiale, dove seguiremo la celebre storia di un matematico che apparteneva a un gruppo speciale di ricercatori dell’esercito USA, Abraham Wald, quello che lui ha fatto durante il conflitto mondiale è una sorta di paradigma per comprendere la criticità del modello presente. Tutto questo è nella sezione Una storia da conoscere, ovvero un interludio di metodo.

Infine nella terza sezione renderemo ragione della nostra tesi presentando le domande di senso sullo state attuale dell’innovazione in medicina e su come si può cercare di poter ottenere forme di sviluppo etico con i nuovi strumenti delle AI. In questa sezione potremmo rispondere alla cocente domanda: “AI e medicina: tutto da rifare?”. Tutto questo si trova nella sezione Medicina e AI.

Fatte le dovute premesse, lasciamoci interrogare. Continua a leggere

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..