Se la tecnologia rappresenta un “farmaco” per il destino dell’umanità

No Comments 171 Views0


di Alessandro Franceschini *

L’avvento dell’innovazione tecnologica può essere considerato come una sorta di farmaco totipotente, che in sé stesso rappresenta una promessa di felicità e una possibilità di soluzione al limite che ci caratterizza. Ma attenzione: il farmaco è qualcosa di ambivalente, allo stesso tempo rimedio, medicina ma anche veleno.

L’origine della filosofia, tradizionalmente, viene identificata nel “thauma” aristotelico, corrispondente al concetto di “meraviglia”. Ma in realtà il termine greco, nel suo significato più autentico vuol dire “terrore”, “angosciante stupore”. Pertanto la filosofia, come ci ricorda Nietzsche, quasi a rappresentare un tentativo agonistico volto a dominare l’orrore, si erge quando qualcosa di terribile minaccia di farci inabissare nel suo fondo senza fondo[1]. E lo stupore raggelato, in questo caso, è dovuto alla costatazione del rischio che grava sulla nostra vita, all’eterna sofferenza e contraddizione che scorre senza sosta nel fiume dell’esistenza.

Nello sviluppo della storia dell’uomo, molteplici sono stati i tentativi di dominare e reagire all’orrore primigenio. Così anche la tecnica, come la filosofia, nasce in fin dei conti come riflesso alla medesima angoscia. Il concetto greco di “téchne” infatti è molto antico e in origine veniva usato per indicare una prerogativa degli dei di cui è stato fatto dono agli uomini per sopperire alla loro intrinseca debolezza[2].

A ben pensarci, nella nostra vita quotidiana, l’esperienza che più di ogni altra ci pone di fronte al nostro limite è la malattia. E per dominare nello specifico la malattia, è nata la medicina. Oggi, più che in altri periodi del suo sviluppo, la medicina per curare l’uomo viene esercitata nell’ambito della tecnica, esplicitando in qualche modo, la già richiamata origine comune di ogni attività umana correlata alla gestione dell’angoscia primordiale.

In tale prospettiva è facile considerare l’avvento dell’innovazione tecnologica come una sorta di farmaco totipotente, che in sé stesso rappresenta una promessa di felicità e una possibilità di soluzione al limite che ci caratterizza. Ma attenzione: il farmaco è qualcosa di ambivalente. La parola “pharmakon” in greco, vuol dire “rimedio, medicina”, ma anche “veleno”. La differenza nell’effetto che il farmaco può provocare sta tutta nel dosaggio e nell’utilizzo.

In questa prospettiva allora, anche l’uso della tecnologia più avanzata, come il digitale o l’intelligenza artificiale, può rappresentare per la vita dell’uomo qualcosa di positivo ma anche di pericoloso e, quindi, non possiamo prescindere da una riflessione critica e sistematica circa l’uso di questi nuovi mezzi per il bene di noi stessi e degli altri dei quali siamo chiamati a prenderci cura. Bene, dunque, prospettare un nuovo umanesimo digitale, ma che sia un umanesimo in grado di custodire l’umanità e non di stravolgerla.

[1] R. Fabbrichesi, Cosa si fa quando si fa filosofia?, Cortina Raffaello, 2017, p. 1

[2] Esiodo, Opere e giorni, vv. 109

 

*Alessandro Franceschini, dottore in Filosofia con un master in Medicina Narrativa, si occupa di Medical Humanities e insegna Filosofia Sistematica presso l’ISSR de L’Aquila collegato alla Pontificia Università Lateranense.

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..