Salute digitale: saremo tutti più connessi (e quindi più sani)

No Comments 1234 Views0


La ricerca di Philips sui nuovi pazienti 4.0: non solo millennials. Il traguardo della sanità integrata. Il 63% si aspetta progressi nell’assistenz e il 67% degli italiani sa utilizzare dispositivi tech per prevenzione e cura, ma chiede maggiore interazione con i sanitari

Immagine

 

Articolo di Francesca Gambarini sul Corriere della Sera

Più connessi, quindi più sani. Una formula semplice ed efficace, come vorrebbe e potrebbe essere la rivoluzione digitale della salute. Almeno così se la immaginano gli italiani coinvolti da Philips nella ricerca «Siamo pronti per la connected care?»: un campione di oltre duemila intervistati tra i 18 e gli 80 anni che, nel primo trimestre del 2016, hanno consultato un medico.

Tra questi, il 76% riconosce l’importanza della sanità integrata, il 67% dichiara di saper usare strumenti legati alla connected care, il 63% si aspetta un miglioramento della qualità delle cure se questo sistema verrà implementato. Si tratta quindi di pazienti in larga parte già «digitali», sempre più consapevoli delle proprie condizioni fisiche, che chiedono più comunicazione, soprattutto tra la fase della prevenzione e quella della cura.

In sostanza, vorrebbero più interazione con i professionisti, dai medici di famiglia agli specialisti, convinti che le buone pratiche digitali possano in futuro trasformare il sistema sanitario in una sorta di virtuoso «welfare di community». A sorpresa, non sono solo gli iper connessi millennials a farsi portavoce di una gestione proattiva della salute, anzi: gli over 55 hanno grandi aspettative sulla connected care, soprattutto per quanto riguarda le fasi di prevenzione e cura.

L’innovazione avanza e in alcuni settori è rapida, per esempio se guardiamo ai sistemi di personal tracking e alle app del comparto wellness, che invitano a fare prevenzione quasi senza che ce ne accorgiamo, dal contapassi al conta calorie. In altri (per adesso) è meno impattante, pensiamo alla telemedicina e alla tecno-assistenza. «Il nostro compito e obiettivo, in Philips, è quello di motivare le persone a prendersi carico del proprio stato di salute partendo da uno stile di vita sano, passando per la prevenzione fino alla eventuale fase di diagnosi, cura e convalescenza, per poi ricominciare dalla prevenzione — spiega Stefano Folli, presidente e amministratore delegato di Philips Italia, Israele e Grecia — in un ciclo virtuoso della salute denominato Health continuum. Il nostro impegno è quello di offrire non solo apparecchiature mediche ma anche prodotti e programmi connessi personalizzati in diversi settori come ad esempio l’igiene orale, la cura del sonno e la salute del cuore, che permettano al consumatore di prendersi cura ogni giorno della propria salute».

L’azienda è leader nel settore dell’healthcare, con un giro d’affari di quasi 11 miliardi di euro nel 2015 e oltre 40 mila persone che lavorano sull’innovazione in cento Paesi. continua a leggere

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..