Il Centro Studi per le Medical Humanities dell’azienda ospedaliera di Alessandria: un’eccellenza italiana

No Comments 248 Views0


 

Gli ospedali stravolti dalla pandemia stanno vivendo uno strano paradosso temporale. Da un lato, l’immobilità accelerata generata dal covid-19, che catalizza tutte le risorse, e rallenta o sospende del tutto l’attività di cura non legata all’emergenza. Dall’altro, il tempo della catarsi, un tempo cioè che progetta un nuovo modo di curare. C’è voglia di pensare un domani non solo libero dal covid, ma anche diverso rispetto al passato. Il distanziamento dai pazienti, il vederli morire con la terapia intensiva addosso, il sentirsi privati del corpo che cura e ridotti a soli occhi, sta generando un bisogno di relazione nuovo e più intenso tra curanti e persone con una malattia.

Nel report R-esistere. Le storie dietro i numeri, della Società Italiana di Medicina Narrativa, tra i messaggi chiave che emergono per costruire una nuova normalità, c’è al primo posto la “Valorizzazione delle Medical Humanities”.

Un punto di riferimento in questa direzione è il Centro Studi per le Medical Humanities di Alessandria, diretto da Antonio Maconi.  Le medical humanities sono presenti in diversi modi negli ospedali e nei percorsi di studi, con corsi e master. La specificità del Centro di Alessandria è che riesce ad integrare tutte le esperienze per garantirne un impatto effettivo e coerente sui percorsi di cura.

Un gruppo di lavoro esisteva dal 2018 in sinergia con l’Università del Piemonte Orientale, ma nel dicembre 2020 è stato istituito con una delibera ad hoc il  CENTRO STUDI SPEDALITA` CURA E COMUNITA` PER LE MEDICAL HUMANITIES (CSSCC).

Il Centro si articola in 8 commissioni di ricerca: bioetica, medicina narrativa, arti espressive (musica, arte, teatro, danza, fotografia), engagement ed empowerment del paziente, luoghi della cura, storia della medicina, diritto.

Quante volte noi antropologi dimentichiamo la centralità del diritto nel dare  forma alla cura e quante volte i legali dimenticano l’importanza dell’engagement nel mitigare la medicina difensiva?

Il Centro fa suo un approccio autenticamente multidisciplinare, animato da una visione sistemica della medicina:  “Alessandria, un ospedale dove la medicina è la più umana delle scienze, la più empirica delle arti e la più scientifica delle humanities” .

L’attività del Centro mira a cambiare la cura e il prendersi cura nell’ospedale. Per questo nel 2021, oltre all’attività di ricerca, formazione e divulgazione, sono stati avviati due progetti che hanno un impatto diretto sull’organizzazione e i percorsi.

E’ già partito “Verba Curant”, un percorso formativo in collaborazione con la Scuola Holden di Torino, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo. Duecento operatori dell’ospedale di Alessandria sono chiamati a  lezione di storytelling, per comunicare meglio con i pazienti.

Entro maggio partirà un progetto di medicina narrativa digitale, con la start up sociale e innovativa DNM, sostenuto da Solvay. L’obiettivo è passare dalla formazione all’integrazione delle pratiche narrative nel percorso di cura.

 

Continua a leggere l’articolo di Cristina Cenci su Nòva IlSole24 ORE.

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..