Il punto sulla Sanità Digitale in Europa

No Comments 147 Views0


Il meglio lo vediamo in Danimarca, e subito dopo in Svezia, Inghilterra ed Estonia. Sono i paesi ai primi posti della classifica redatta da Iqvia, società specializzata in analisi avanzate, soluzioni tecnologiche e servizi di ricerca clinica per il settore delle scienze della vita con circa 82.000 dipendenti sparsi per il mondo, che ha redatto “Switching On the Lights, Benchmarking digital health systems across Emea“, un report sulla sanità digitale in Europa. In questa classifica l’Italia si trova in fondo al gruppo dell’Europa occidentale con la Spagna ma molto peggio fanno Svizzera e Irlanda.

Tre gruppi di paesi

Gli elementi che hanno portato al vertice i quattro paesi risiedono nei programmi genomici su larga scala, i progressi nelle sperimentazioni decentralizzate e l’uso di dati sanitari nazionali per prendere decisioni basate sull’evidenza. In più c’è una lunga storia di tentativi di digitalizzazione del sistema sanitario, come evidenziato dall’Estonia, un sistema sanitario altamente centralizzato come l’Nhs England e la disposizione culturale verso progetti ambiziosi come il sequenziamento dell’intero genoma su scala nazionale come quello visto in Danimarca. Svizzera e Irlanda, invece finiscono in fondo al gruppo perché non hanno avviato progetti all’avanguardia come il sequenziamento dell’intero genoma di gran parte della popolazione sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale. La classifica è stata elaborata a partire da una serie di parametri che hanno permesso di dividere i paesi in tre gruppi.

Quello degli Architetti comprende i paesi che hanno un punteggio elevato nelle iniziative. Questi Stati possono vantare politiche, finanziamenti, governance dei dati e istituzioni. Si tratta di un mix variegato che comprende anche il varo di leggi ambiziose sulla salute digitale, ben finanziate, ma che devono ancora costruire infrastrutture conformi. Emirati Arabi Uniti e Lituania per esempio, hanno forti principi di governance dei dati e Spagna e Italia hanno leggi complete, ma sono ostacolate da un’attuazione disomogenea a livello regionale. Io Costruttori sono quei paesi che hanno dato vita a iniziative significative e un alto livello di infrastrutture sviluppate, come Francia e Germania. I costruttori hanno leggi digitali complete e le loro infrastrutture sono in gran parte già pronte, ma mancano di incentivi o le strutture legali per fare uso di questi dati a livello nazionale, come nel caso dell’Austria. Altri esempi sono l’Estonia, che ha costruito con successo servizi sanitari digitali attorno alla sua e-ID introdotta nel 2002 e Israele che nel 2004 ha introdotto una legge che obbliga tutti i fondi malattia a non utilizzare più la carta guidando in questo modo l’adozione del digitale. Infine, gli Operatori ovvero quei paesi che si trovano più in alto nella curva di maturità e che possono sfruttare l’infrastruttura digitale che hanno creato. Gli operatori generano dati al fine di informare le politiche pubbliche che possono così migliorare l’efficienza operativa nella gestione del sistema sanitario. I Paesi che rientrano in questa fascia sono l’Inghilterra, leader nelle sperimentazioni cliniche decentralizzate e che utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare i dati sanitari su scala nazionale e poi Svezia e Danimarca che hanno entrambe un uso diffuso di soluzioni di teleassistenza e l’utilizzo di progetti di I.A nel settore pubblico. Nello studio l’Italia viene citata come esempio virtuoso per quanto riguarda le risorse. Accanto alla Germania che con il Digital Healthcare Act destina duecento milioni di euro l’anno al settore, “L’Italia si è recentemente si è impegnata a migliorare le reti di sistemi e a digitalizzare il proprio sistema sanitario attraverso un pacchetto nazionale di resilienza nazionale di resilienza post-pandemica del valore di 20 miliardi di euro“.

Continua a leggere l’articolo

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..