News

Il filo di Arianna nel labirinto della sanità che “forse” si trasforma

No Comments 137 Views0

Una premessa: quello che leggerete non vuole arrivare come un messaggio di protesta o reclamo. Non sarebbe il luogo adatto per ospitarlo. Al contrario, vuole offrire spunti di riflessione sulle sfide della sanità digitale, a partire non da grandi modelli ma da una storia di ordinaria vita quotidiana. Per questo, anche se il racconto si basa su un’esperienza personale, cercherò di conservare un distacco ironico.

La nostra piccola storia riguarda una coppia e un importante Policlinico della Regione Lazio.  In seguito a una brutta caduta, Giorgio ha una lussazione alla spalla e deve eseguire una radiografia e una visita ortopedica di controllo. Il viaggio inizia con un foglio cartaceo del pronto soccorso in cui è riportato un numero di telefono per la prenotazione della visita, con raccomandazione di prenotarla il prima possibile. Il numero è ininterrottamente occupato e fin qui la storia è piuttosto banale e ricorrente.

Arianna che crede che come il filo nel labirinto, il digitale sia la chiave per semplificare ed aumentare l’accesso ai servizi, cerca lumi sul sito salutelazio.it. Un sito che è stato effettivamente un punto di riferimento per la vaccinazione, con un sistema di prenotazione chiaro ed efficace. L’ottimismo digitale di Arianna è quindi più che giustificato.

Continue reading

Salute mentale e disuguaglianza: proposte, progetti e un richiamo alla responsabilità sociale

No Comments 146 Views0

La promozione della salute mentale è diventata un obiettivo fondamentale da perseguire per l’Europa, come chiaramente sostenuto nel Piano d’azione Europeo per la salute mentale redatto nel 2013.

Questo piano d’azione è guidato da valori quali l’equità, dunque l’opportunità di ottenere la migliore condizione possibile di benessere e un’assistenza adeguata e proporzionata alle esigenze di ciascuno, l’empowerment delle persone, favorendo l’indipendenza e la consapevolezza di sé e l’efficienza dei sistemi sanitari.

Partendo da questi propositi e facendo riferimento al tema della giornata mondiale della salute mentale 2021, il focus di questa sessione sarà relativo alle disuguaglianze nelle sue molteplici forme e alle disparità nell’accesso ai servizi di trattamento. L’impegno è quello di promuovere un nuovo senso di responsabilità volta a favorire giustizia sociale e cultura dell’equità.

Leggi il programma completo: Forum Sistema Salute

Donne Protagoniste per la One Health digitale al Forum PA il 27 ottobre

No Comments 160 Views0

  da 11:00 a 12:15

One Health significa riconoscere che la salute dell’uomo non può prescindere dal benessere dell’ecosistema nel quale viviamo. Ma per la salute dell’uomo sono le donne ad avere un ruolo sempre più centrale nella filiera della salute: basti pensare alla crescita delle donne nei ruoli dirigenziali all’interno dell’OMS – oggi occupano il 60% delle posizioni di alto livello1 – o nel SSN dove dal 2008 ad oggi le donne DG sono aumentate dall’8,5 al 18,2%2 (quando nella PA la presenza femminile ai vertici è al 14,4%).

È altrettanto evidente che l’innovazione digitale è una delle leve che può permettere una proficua collaborazione tra i diversi mondi – salute dell’uomo, tutela dell’ambiente, benessere animale – affinché si impostino strategie comuni basate su scambi informativi continui e processi collaborativi e condivisi. In questo la sensibilità e le capacità tipiche del mondo femminile ben si sposano con la necessità di accorciare le distanze nella ricerca e negli ambiti di applicazione della One Health, superare le resistenze al digitale tra i professionisti e gli utenti, favorire la collaborazione tra pubblico e privato, impresa e istituzioni.

Tali elementi – accanto allo sviluppo di competenze specifiche per lo sviluppo di soluzioni digitali e alla definizione di processi di governo dell’innovazione – sono imprescindibili per la reale attuazione del paradigma One Health e in questo le Donne Protagoniste possono fare la differenza nei luoghi dove le decisioni vengono assunte e avere un impatto sulla collettività. Non si tratta (solo) di rivendicare la parità di genere ma di riconoscere che le doti femminili di fare rete, di confrontarsi e di ascoltare sono decisive quando si tratta di innovare, ovvero di indurre un cambiamento, a maggior ragione in un settore come quello sanitario dove la trasformazione digitale incide sia sull’efficienza di gestione del Servizio Sanitario Nazionale che sull’efficacia dei servizi, migliorando il rapporto tra paziente e sanità. Queste sono le sfide che attendono le donne in sanità e sulle quali nei prossimi anni si giocherà la capacità di attuare pienamente il paradigma della One Health per una salute globale e digitale.

Per saperne di più (in continuo aggiornamento): Le donne nella Digital Health

 

Donne Protagoniste in Sanità al Forum Sistema Salute 2021 – 28 e 29 ottobre

No Comments 140 Views0

Si svolgerà in presenza il 28 e 29 ottobre, lo Speciale Donne Protagoniste in Sanità al Forum Sistema Salute 2021, presso la Leopolda di Firenze. Talk show e interviste che vedranno l’intervento di numerose ospiti nazionali e internazionali. Tra i temi che verranno affrontati digitale e green, territorio e inclusione sociale, professioni sanitarie e un confronto sulla Missione 6 del PNRR. Da segnalare l’intervista alla Principessa Soraya Malek d’Afghanistan.

Leggi il programma su Protagoniste.it 

Iconografia della Salute: il festival delle Medical Humanities

No Comments 175 Views0

Al via la seconda edizione del festival delle Medical Humanities ideato dal Centro studi Medical Humanities di Alessandria. La seconda edizione, dedicata a “Iconografia della salute” sarà ricca di ospiti di livello nazionale, con interventi online ed eventi in presenza.

A partire dal 19 ottobre, dedicata alle “persone“, ossia pazienti e operatori di cura: i lavori saranno aperti da Paolo Mazzarello, storico della Medicina all’Università di Pavia, in dialogo con Alessandro Bargoni, Paola VillaniFranco Lupano e Maria Teresa Monti.

Il 20 ottobre sarà dedicato all’impatto dell’ambiente e dei luoghi di cura sulla salute umana: a discuterne Stefano Capolongo e Angelo Tanese, firmatari dell’Italian urban health declaration, documento che promuove le città come ambienti promotori di salute. Insieme a loro Monica Botta, Marco InvernizziSonia del Medico ed Elena Franco.

Il 21 ottobre, invece, sarà dedicato alla narrazione come strumento di cura, mentre il 22 ottobre sarà dedicato al sapere, alle fake news e all’engagement del paziente. Tutti gli interventi saranno disponibili in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’Azienda ospedaliera di Alessandria.

Accanto agli incontri virtuali, questi gli eventi in presenza: la mostra di Elena Franco “Ars Curandi”, con una ricerca sugli antichi ospedali in Italia e in Europa; la mostra organizzata da Ciso Piemonte sui medici, in collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano; gli appuntamenti realizzati con la Biblioteca Civica di Alessandria per la promozione delle cinquecentine, e poi la memoria di Nadia Presotto, artista deceduta a causa del mesotelioma, che ha raccontato in un libro la sua storia.

Il link per il programma completo del Festival: ospedale.al.it/festival-delle-medical-humanities-iconografia-della-salute.

 

People In Mind 2021: un concorso di arti grafiche per superare i pregiudizi verso i disturbi mentali

No Comments 246 Views0

Disegno, pittura, fotografia digitale, ma anche – novità di quest’anno – brevi video: l’arte per abbattere i muri che ancora oggi esistono nei confronti delle persone che soffrono di disturbi mentali. 

In occasione dei suoi 25 anni, Lundbeck Italia ha lanciato il concorso di arti grafiche “People in Mind” con l’intento di sensibilizzare sul tema della lotta contro lo stigma nei confronti delle persone che vivono con questi disturbi e dei loro cari, attraverso un’iniziativa che potesse renderli protagonisti in maniera diretta e indiretta: l’arte come mezzo di espressione e per superare le barriere psico-sociali e relazionali.

Il Progetto, giunto alla sua terza edizione, raccoglie ogni anno circa 600 opere provenienti da ogni parte d’Italia. Le 24 opere finaliste diventano protagoniste di mostre itineranti, o altre iniziative sociali, che le valorizzano, ricordandoci che è importante conoscere queste patologie e anche il loro impatto, sulla vita sia delle persone che ne sono affette sia dei loro familiari, con l’obiettivo di far sempre più rumore sulla salute mentale per superare ogni pregiudizio.

Continue reading

“Cultura e Salute”: un corso universitario, un forum scientifico e una piattaforma online i primi importanti traguardi del progetto di IBSA Foundation

No Comments 234 Views0

A poco più di un anno dalla presentazione, il Progetto Cultura e Salute – ideato da Ibsa Foundation per la ricerca scientifica, in collaborazione con la Divisione Cultura della Città di Lugano – ha già realizzato tre importanti step: un corso universitario, un forum e una piattaforma online accessibile a tutti. Il progetto si pone l’obiettivo di indagare il ruolo svolto dalla cultura nella sfera della salute, educare alle buone pratiche in ambito scientifico e medico, raccogliere le esperienze internazionali, proporre progetti innovativi e diffondere tutto il sapere raccolto attraverso un portale accessibile a tutti, disponibile in quattro lingue e fruibile anche da coloro che hanno difficoltà visive o cognitive.

Prenderà il via il prossimo 18 ottobre, il corso universitario creato all’interno del progetto per promuovere iniziative e sinergie tra il mondo della cultura e quello della salute, al fine di migliorare la qualità di vita e il benessere delle persone nei luoghi di cura e nella vita quotidiana. “Cultura e Salute” è un corso di studi accademici primo nel suo genere, introdotto dalla Facoltà di scienze biomediche dell’USI per indagare i benefici che intercorrono tra il ‘vivere’ la cultura e lo stato di salute della persona.

Continue reading

Telemedicina, per i pediatri di famiglia è una sconosciuta

No Comments 154 Views0

Sono circa 7mila i pediatri di famiglia presenti capillarmente sul territorio nazionale, ma – dall’inizio della pandemia – solo il 38% di loro ha effettuato una televisita. Per invertire la tendenza, e colmare i vuoti della telemedicina nell’ambito delle cure primarie, è necessario innanzitutto investire in formazione. Questa la prima delle richieste scaturite nell’ambito del XV Congresso Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), svoltosi a Baveno (VB).

La telemedicina “rappresenta un’indubbia risorsa da potenziare, come ha dimostrato Covid-19”, ha dichiarato Paolo Biasci, Presidente della FIMP, “tuttavia, se è ancora così poco diffusa, è evidente che esistono dei limiti culturali, strutturali e organizzativi che vanno risolti.”

Continue reading

R-Esistere Dialoghi in Medicina Narrativa: appuntamento il 21 ottobre

No Comments 159 Views0

Curare le relazioni in Telemedicina è l’argomento del prossimo appuntamento con R-Esistere, progetto formativo della salute per professionisti ideato da Simen, che avrà come relatrice Cristina Cenci, antropologa e fondatrice di DNM – Digital Narrative Medicine. Il progetto nasce dall’esigenza di preparare operatori in grado di gestire la relazione a distanza utilizzando piattaforme digitali, mantenendo le competenze comunicative, empatiche, relazionali.

Continue reading

Infertilità, si è concluso il progetto pilota di Drammaterapia digitale integrata

No Comments 201 Views0

Per la prima volta, utilizzata una metodologia che fonda digitale e drammaterapia per supportare donne che affrontano percorsi di procreazione medicalmente assistita

La sperimentazione di più linguaggi, visivi e artistici, è fondamentale per arrivare ancora più vicino alle coppie che si stanno confrontando con l’esperienza dolorosa della infertilità e di maternità difficile.

 

 

Continue reading

Elliott, The Dallas fresh, Found the going tough until late in to fourth quarter. Well later, The NFL leading rusher with the non-stop churning legs buried Pittsburgh. His first landing, A 14 yard dash down the best sideline, This Cowboys up 29 24 Kwon Alexander jersey. Patriots coach Bill Belichick said all three players would be assessed, But chiefly referred to Mayo injury as little bittersweet. Brady is two 300 yard passing games shy of complementing Brett Favre total. It has also been Brady 16th career game with four or more touchdowns and no interceptions. Provide much more competitive than it was out there, Belichick thought. Give to them credit, They did a bit more than we did tonight. We got to do a more satisfactory job, But I not implementing anything away from them reggie nelson jersey. A sixth year NFC snug end, Granted anonymity in order to speak freely regarding the subject, Said that short arming passes or seeking safe haven out of bounds to reduce contact happens the time and someone says they lying. Vikings attacking lineman Jeremiah Sirles calls it smart football. The person in Year 8 or 9, And you running down the part time, But(Seattle Seahawks cover) Kam Chancellor racing at you, What those extra 2 yards investing in a just stepping out of bounds and avoiding a huge collision? Sirles stated.I explain to you this I a black man, As well as, You are sure that, Colin Kaepernick, He not schokohrrutige, Okay? Harrison understood. Cannot determine what I face and what other young black men and black people face or people of color face on an every single[day] Agreement rashad jennings jersey. Birth sister is white, And he was applied and raised by white parents.. I felt it would definitely be a public safety issue we would cancel it, But at this moment I think we be fine for tomorrow custom chiefs jersey. You about to attend the parade, Mayor Walsh said to leave early and have plenty of travel time. Law enforcement will be enforcing this rule devante parker jersey..